Guerra allo spaccio e ai furti: raffica di controlli e denunce nell’Isernino

Guerra allo spaccio e ai furti: raffica di controlli e denunce nell’Isernino

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Durante il fine settimana appena concluso i Carabinieri hanno presidiato il territorio in maniera capillare. Nei guai è finito un uomo, accusato di aver rubato delle pedane di legno in un’azienda di Pozzilli



ISERNIA. Prevenire e contrastare lo spaccio e i furti: fenomeni che, più di altri, creano allarme sociale nella popolazione. Con questo obiettivo, anche nel fine settimana che si è appena concluso, i Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia hanno attuato un servizio di controllo del territorio.

Sotto la lente i luoghi del capoluogo considerati più a rischio come la villa comunale, lo scalo ferroviario, il terminal bus e diversi quartieri. Pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia e delle Stazioni interessate hanno eseguito posti di controllo nel corso dei quali sono stati esaminati trenta veicoli in transito, identificate trentotto persone, tra conducenti e passeggeri, ed eseguite, nei casi sospetti, perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva.

Sono stati effettuati i controlli nei confronti di cinque pregiudicati che attualmente scontano misure cautelari o di prevenzione, sul regolare rispetto delle prescrizioni imposte dalle competenti Autorità Giudiziaria e di Pubblica Sicurezza. Ispezionati anche tre locali pubblici per accertamenti amministrativi e in materia igienico-sanitaria.

Sempre nel corso del fine settimana, un uomo dell’hinterland venafrano è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Filignano per furto, in un’azienda nella zona industriale di Pozzilli. L’uomo era entrato nell’area perimetrale della ditta e aveva rubato in più riprese delle pedane in legno. I Carabinieri dopo un’attività d’indagine sono riusciti a risalire all’identità del ladro. Alla luce delle evidenze emerse, il giovane è stato ritenuto responsabile del reato di furto aggravato e nei suoi confronti è scattata la denuncia. Il danno subito dalla ditta e di circa cinquecento euro.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy