Una storia che ha commosso l’Italia: il cane Peppino è guarito, ha già trovato casa

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

L’animale, al quale era stato fatto esplodere il naso con un petardo, è stato curato dall’Apac e operato da veterinari che gli hanno effettuato un intervento di ricostruzione molto difficile. Ma perfettamente riuscito


 CAMPOBASSO. La sua storia ha commosso l’Italia. La storia di un cagnolino al quale con un petardo è stato fatto esplodere il naso. Per un gioco che definire crudele e assurdo è poco. La storia del cane Peppino, diventato la mascotte di tutto il Molise.

Salvato da un volontario durante le feste di Natale, che lo ha trovato mentre vagava nei boschi, ferito e sofferente, custodito dall’Associazione protezione animali di Campobasso, Peppe è stato operato dai veterinari dello studio Piano-Pizzuto, insieme a una dottoressa di Roma esperta in ricostruzione maxillo-facciale. Costi dell’operazione e delle cure coperte grazie alle donazioni arrivate da tantissime persone: 2mila euro raccolti in pochi giorni dalla macchina della solidarietà.

E oggi, a distanza di due mesi, Peppino sta davvero meglio. Gioca, sa utilizzare il collare, riesce anche a viaggiare in macchina senza problemi. Ha ancora paura di movimenti e rumori bruschi, ma questo è normale.

L’Apac ha scelto la famiglia al quale Peppe sarà affidato, già sterilizzato e vaccinato. Padroni amorevoli che sapranno fargli dimenticare quella terribile avventura. Il gesto di quei bruti che le forze dell’ordine stanno cercando, dopo che è scattata la denuncia per maltrattamenti nei confronti degli animali. Intanto la gioia di vederlo quasi in perfetta forma, nonostante quella cicatrice sul naso. Ma considerando le condizioni in cui era stato ritrovato è un vero miracolo.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings