Cade per colpa di una buca: Comune condannato, pedone risarcito con 8mila euro

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’incidente è accaduto il 18 febbraio di quattro anni fa in via D’Amato, a Campobasso. Il Tribunale ha riconosciuto le ragioni della vittima dell’incidente, l’Amministrazione (o meglio l’assicurazione) costretta a pagare parecchie migliaia di euro tra risarcimento del danno, spese mediche e legali sostenute


CAMPOBASSO. Una buca sul marciapiede, il passante perde l’equilibrio e cade rovinosamente. Si fa male: visite in ospedale, medicinali, esami diagnostici. E, dopo il pericolo scampato e i nervi a fior di pelle, decide di denunciare il Comune.

Che è stato condannato per quella dannata buca, in via D’Amato. Il fattaccio è capitato 4 anni fa, il 18 febbraio del 2015. Oggi il danno viene risarcito (con il rimborso delle spese mediche e legali) con un assegno da 8mila euro.

Certo, i tempi della Giustizia non sono velocissimi visto che tra l’incidente e la condanna sono passati anni ma al povero signor M. C. il Tribunale ha riconosciuto il risarcimento del danno per 4mila 541 euro, le spese sanitarie sostenute per 303 euro e le spese di giudizio per 3mila 170 euro.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings