Viabilità, pronto l’esposto per chiedere la riapertura delle indagini sul Lotto Zero

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nuova iniziativa dell’associazione ‘Caponnetto’ contro il progetto di realizzazione dell’ultimo tratto della superstrada Isernia-Castel di Sangro



ISERNIA. Si riaccendono i riflettori sul ‘caso’ Lotto Zero. Questa volta sul piede di guerra c’è l’associazione nazionale ‘Antonino Caponnetto’ che ha prodotto un esposto per contestare la realizzazione dell’ultimo tratto dell’Isernia-Castel di Sangro.  “L’obiettivo dell’esposto – spiega l’associazione – è far riaprire l’inchiesta sulla vicenda dalle Procure di Roma e Campobasso, chiedendo nuovi approfondimenti investigativi su una serie di atti e decisioni adottate dagli organi che si sono interessati del caso. L’inchiesta sarà seguita dal legale dell’associazione Alfredo Galasso”.

Ma la finalità dell’associazione è anche un’altra. Quella di “portare la vicenda all’attenzione della presidenza del Consiglio dei Ministri ed del titolare del Ministero competente Danilo Toninelli, al fine di renderli edotti sulla questione di fondo da noi posta a sotto il profilo della assoluta inesistenza della utilità pubblica di questa mega opera nonché della sua dannosità, sia sotto il profilo ambientale, paesaggistico, del consumo del suolo, del verde e degli alberi, della interferenza con le importanti ‘sorgenti di San Martino’, sia sotto il profilo erariale, atteso che il costo - ad oggi – già si attesta a circa 4 milioni di euro per la sola progettazione e circa 170 milioni di euro per l’opera, il tutto al fine di collegare un tratto di soli cinque chilometri, peraltro già collegato, tra il bivio di Pesche e quello di Miranda, con ben sette-otto viadotti e due gallerie.

Un costo, spropositato dunque, di circa 34,8 milioni di euro a chilometro per ora, oltreché, della ‘giustificazione’ formalmente addotta dall’Anas che sarebbe quella di velocizzare il collegamento tra Isernia e Castel Di Sangro, nonché decongestionare il traffico su Isernia nord. Ovviamente – conclude l’associazione – non poniamo in dubbio la bontà dell’utilità pubblica di queste finalità: il punto è che esse non hanno nulla a che fare con il Lotto Zero.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

 

Change privacy settings