‘Esserci sempre’, la Polizia festeggia 167 anni: lotta senza quartiere al traffico di droga

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I dati sull’attività svolta diffusi nella cerimonia che si è svolta oggi a Campobasso. Consegnati i riconoscimenti al personale e a un cittadino che ha aiutato a scoprire gli scippatori di una donna


CAMPOBASSO. Lotta senza quartiere al traffico di droga e impegno a difesa del territorio, la Polizia ha celebrato oggi il 167° anniversario della Fondazione, con il motto ‘Esserci sempre’. In piazza Pepe, lo schieramento composto dagli allievi del 10° corso viceispettori della locale Scuola Allievi agenti e dai rappresentanti della Questura e delle specialità della Polizia di Stato, ha reso gli onori al prefetto di Campobasso Maria Guia Federico e al questore Mario Caggegi.

La cerimonia è poi proseguita all’interno del Teatro Savoia, con l’esibizione di un coro degli allievi vice ispettori diretto dal maestro Antonio Colasurdo.

Quindi, dopo la lettura dei messaggi augurali del presidente della Repubblica Mattarella, del ministro dell’Interno Salvini e del capo della Polizia Gabrielli, il questore ha illustrato i risultati raggiunti nell’ultimo anno e consegnato riconoscimenti al personale in servizio.

Premiato anche un giovane campobassano, che di recente ha offerto la propria collaborazione agli uomini della Questura per la risoluzione di un caso di scippo. Il contributo del giovane cittadino, infatti, ha consentito di assicurare alla giustizia due malviventi che qualche mese fa, nel centro di Campobasso, avevano derubato una donna della propria borsa, per poi abbandonarla lungo la collina Monforte. 

Sono state 50 le persone arrestate nel periodo preso in esame, dal 1° aprile 2018 al 31 marzo 2019, con 494 denunce e 1.404 segnalazioni di reato. Reati ben al di sotto (meno 37%) della media italiana di 4.056 reati ogni 100mila abitanti: il dato della provincia di Campobasso è infatti di 2.577 reati ogni 100mila abitanti. In generale il numero dei reati è diminuito rispetto all’anno precedente del 10%. 

E se i furti in generale (653 contro 661 del 2018) sono calati, anche quelli in appartamento (nel 2019 146 contro i 183 del 2018) sono invece aumentati i furti di automobili, da 54 a 84. Importanti i risultati nel contrasto allo spaccio di droga con 28 reati accertati e 16 arresti, contro i 5 del 2018.

Lotta alla droga come grande impegno della polizia perché, come dimostrano le ultime operazioni, il giro delle sostanze stupefacenti sta assumendo dati veramente allarmanti, come ha evidenziato lon stesso qustore Caggegi. Da qui l’aumento dei controlli ordinari e straordinari, in quella che si sta rivelando una lotta senza quartiere allo spaccio di droga. Quindi la premiazione del personale. 

Encomio solenne
Agente scelto Michael Marziali. Evidenziando elevate capacità professionali, con non comune determinazione operativa e sprezzo del pericolo espletava una complessa attività di soccorso, in favore di una persona che minacciava di gettarsi nel vuoto dal quarto piano di uno stabile.
Roma, 16 giugno 2015

Encomio
Assistente Angelo Raffaele Citro. Evidenziando capacità professionali e sprezzo del pericolo espletava un intervento di soccorso pubblico, che consentiva di trarre in salvo un giovane che aveva tentato di togliersi la vita gettandosi dal balcone del proprio appartamento.
Napoli, 26 febbraio 2016 

Lode
Comm. C. Nicola Di Pasquale. Per l’impegno profuso nel dirigere un’operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di un cittadino italiano responsabile del reato di stalking
L’Aquila, 19 agosto 2015

Sost. C. Giuseppe Cerrato. Per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di polizia giudiziaria, che si concludeva con l’arresto di un uomo, resosi responsabile dei reati di riduzione in schiavitù, sequestro di persona ed altro. Dava prova, nella circostanza, di capacità professionali.
Campobasso, 14 novembre 2016
Sov. Antonella Salvatore
Ass. C. C. Vito Nanni 

Ass. C. C. Giuseppe Colavecchio. Per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con il deferimento alla competente Autorità Giudiziaria di circa quaranta persone, tra medici e pazienti, responsabili di false attestazioni rilasciate in sede di certificazioni anamnestiche, propedeutiche al rilascio di autorizzazioni in materia di armi. Dava prova, nella circostanza, di capacità professionali.
Campobasso, 8 settembre 2016
Ass. C. C. Antonello Lattanzio
Ass. C. Fabrizio Santella 
Ass. C. Giuliano Zurlo

Ass. C. C. Silverio Pappalardi. Dando prova di determinazione operativa e capacità professionale, si distingueva in una attività info-investigativa che, in un breve arco temporale, riusciva a portare numerosi spunti per susseguente attività di polizia giudiziaria, nonché all’identificazione di numerosi soggetti dediti all’uso ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Campobasso, 6 ottobre 2016


V. Isp. Bagnato Alessandro Bagnato. Per l’impegno profuso, nel coordinare un’indagine di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due soggetti resisi responsabili, in concorso, di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ricettazione e detenzione di arma clandestina.
Campobasso, 22 ottobre 2016

Ass. C. C. Piera Ferrigno. Per l’impegno profuso, nel coordinare un’indagine di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due soggetti resisi responsabili, in concorso, di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ricettazione e detenzione di arma clandestina.
Campobasso, 22 ottobre 2016 Carlo
Ass. C. C. Carlo Luigi Russo
Ass. C. C. Luigi Santanelli 


Isp. Sup. Primiano Ricciardi. Dando prova di capacità professionali ed intuito investigativo, coordinava un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l’emissione di una misura cautelare personale nei confronti di una cittadina rumena, responsabile in concorso con altro soggetto di sequestro di persona, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione.
Campobasso, 12 settembre 2016

Sov. C. C. Giuseppe Michele Grieco. Dando prova di capacità professionali ed intuito investigativo, collaborava ad un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l’emissione di una misura cautelare personale nei confronti di una cittadina rumena, responsabile in concorso con altro soggetto di sequestro di persona, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione.
Campobasso, 12 settembre 2016
Ass. C. C. Giovanni Astolfo 

Ass. C. C. Nicola Rivellino. Dando prova di capacità professionali e determinazione operativa, si distingueva in un intervento di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di un giovane, gravato da precedenti penali, responsabile di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente.
Campobasso, 12 gennaio 2017
Ass. C. Michele D'Amico


Ass. C. Angelo Di Giglio. Per l’impegno profuso nel portare a termine un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di un cittadino romeno resosi responsabile dei reati di violenza sessuale e lesioni dolose aggravate.
Napoli, 18 marzo 2017


Ass. C. Angelo Di Giglio. Si distingueva in un intervento di polizia giudiziaria che si concludeva con il fermo di indiziato di delitto di un individuo ritenuto responsabile di tentata rapina. Dava prova nella circostanza, di capacità professionali.
Napoli, 26 gennaio 2016

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings