Colpito con una pistola elettrica: 56enne aggredito in un parcheggio

Colpito con una pistola elettrica: 56enne aggredito in un parcheggio

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Provvidenziale si è rivelato l’intervento di alcuni passanti. Un episodio dai contorni poco chiari, quello sul quale indagano i carabinieri. La vittima è un termolese, ricoverato in ospedale per accertamenti


TERMOLI. Prima è stato colpito con una pistola elettrica, poi si è visto legare i polsi con fascette di plastica. Provvidenziale l’intervento di alcuni passanti, che hanno evitato conseguenze ancora più gravi per la vittima, un 56enne di Termoli, commerciante d’auto.

L’episodio, sul quale indagano i carabinieri di Ortona, è accaduto in un parcheggio, nei pressi del castello autostradale di Lanciano. Secondo la prima ricostruzione il 56enne si è incontrato per motivi d’affari con l’aggressore, da lui conosciuto, un 50enne residente in Veneto che lavora nel settore delle slot machine. Tra i due è nata una discussione, evidentemente degenerata, visto che a un certo punto è spuntato un taser, con cui il 50enne ha dato la scossa al commerciante, facendolo cadere a terra. Poi gli ha bloccato le mani.

In quel momento sono passati dei ragazzi, che hanno sentito le grida e chiamato i carabinieri. L’aggressore è quindi fuggito, a bordo di un furgone. Sarà denunciato. Il ferito, che è apparso in stato confusionale ma non ha mai perso conoscenza, è stato soccorso dal 118 e portato all’ospedale di Chieti, dov’è stato sentito dai carabinieri e dov’è stato trattenuto, sotto osservazione.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy