Bilancio: scintille e accuse. E Toma propone a Greco di diventare commissario per le Montane

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sulla questione del rifinanziamento delle Comunità Montane con un appostamento di 900mila euro, Toma lancia il guanto di sfida a Greco. “Ho accettato il suo consiglio per affidarle a un unico commissario, un funzionario regionale. Nessuno ha accettato. Propongo a lei di farlo: si dimetta e firmo l’incarico in 5 minuti”. L’aula rumoreggia, il botta e risposta è fuori microfono. E poi Toma rilancia: “Pretendete che altri lo facciano gratis e voi non volete dimettervi? Stabilisca il compenso… Chiedo la sospensione dei lavori e preparo il decreto. I lavoratori delle Comunità Montane non sono figli di un dio minore, devono essere pagati e i 900mila euro riguardano i loro emolumenti e la produttività mai pagata negli ultimi anni”. I toni si fanno aspri, la replica del presidente è incalzante. “La riduzione dei fondi per il sociale è un falso: non c’erano i soldi l’anno scorso e ce li abbiamo messi noi. Abbiamo sbloccato un milione e 600mila euro, carte alla mano”.

L’ex vicepresidente della Giunta regionale, Vittorino Facciolla, non si tiene. E attacca frontalmente il presidente sul metodo con il quale ‘rimprovera’ le minoranze, sulle accuse lanciate alla passata legislatura, sul mancato rispetto dovuto verso chi è seduto in quell’aula.

“La controproposta a un Defr senza supporto della struttura tecnica è di una difficoltà straordinaria, solo questo particolare la obbliga ad un atteggiamento di rispetto. Il lavoro della minoranza è quello di evidenziare le criticità e non certo essere rimproverati per procedure discutibili, metodologie non accoglibili rispetto alle sue istanze. Inutile dare addosso alla passata legislatura, lei è attorniato dalla maggioranza di allora e io non mi sento chiamato in causa, visto che il mio voto era inferiore agli altri. Chiaritevi in maggioranza per le responsabilità passate, ma non si può rispondere in maniera così boriosa. Per le sue responsabilità politiche, presidente Toma, lei non risponde da un anno”.

facciolla e fanelli

Facciolla attacca dalla Sanità. “Quattro milioni e 200mila euro di debito, ci spieghi cosa ha fatto negli otto mesi precedenti la nomina dei commissari. E’ una sua responsabilità politica. E lei, presidente, è politicamente debole: De Luca è rimasto commissario. Qui la Lega prende e non dà, il governo è vicino quando serve ed è ostile quando c’è da trattare dell’interesse dei molisani. Su quei debiti lei non ha messo mano per deficienza politica, per ritardo politico, per le sue responsabilità. La stessa che nasconde quando dice impropriamente di aver sbloccato 1 milione e 600mila euro per il sociale. Lei ha pagato i soldi che già c’erano, erano di cassa – tuona Facciolla – In questo Defr non c’è alcuna risposta ai temi che lei aveva dichiarato voler risolvere: i consorzi di bonifica? Invito il presidente Micone alla trasmissione agli organi competenti degli atti sulla gestione dei consorzi di bonifica per verificare le responsabilità dirette e indirette. Lo faccia subito, presidente Micone. Non si può ragionare in maniera così boriosa, lumeggiare sul passato”.

E poi il mancato accantonamento delle somme per la compartecipazione ai fondi europei. “Non ci sono risorse per i programmi europei visto che non c’è accantonamento. Forse li vogliamo cancellare? Entro la fine di giugno vi fornirò un report su cosa sta accadendo in alcuni settori dove, da prima regione in Europa, siamo tornati ad essere fanalino di coda, una Cenerentola. Se non ci sono compartecipazioni vuol dire che non ci sono soldi per pagare le imprese perché non hai cassa. Qui non ci sta niente”.

Tranne la gestione ordinaria, in questo Defr non c’è nulla, secondo Facciolla: “Non c’è idea di sviluppo del territorio, qui si naviga a vista. Nessuno spazio utile per la ripartenza del territorio. Il collega Greco fa bene a dire che la situazione è peggiorata: commissari delle Montane, nuovo presidente di Molise Acque e la risposta non può essere ‘trovate voi il commissario a costo zero’".

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale