Soldi falsi per pagare la droga, piante di marijuana e cocaina: 26enne in cella, nei guai 2 studenti delle superiori

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’intera operazione, condotta dalla Polfer e dalla Squadra Mobile, partita dalla stazione ferroviaria: uno dei due ragazzi finiti nei guai stava usando una banconota ‘taroccata’ da 20 euro. Era il corrispettivo di una cessione di droga, acquistata da un coetaneo di Guardiaregia. Da lì poi la perquisizione e l’arresto di un 26enne, trovato con 1810 euro in banconote false, marijuana e buste di ‘polvere bianca’


CAMPOBASSO. Un giro di soldi falsi, utilizzati per fare acquisti, soprattutto di droga.

Il ‘doppio colpo’ è stato assestato ieri dai poliziotti della Polfer che hanno operato, tempestivamente, in sinergia con i colleghi della Squadra Mobile.

E’ finito in manette, in flagranza di reato, D.F.S., 26 anni di Guardiaregia, accusato di detenzione e spendita di banconote false nonché di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

cime marijuana 10 maggio 2019

Tutto nasce dal controllo occasionale nel quale è incappato, ieri, M.S. un 20enne della provincia di Foggia che frequenta un istituto superiore di Campobasso: il giovane è stato sorpreso a spendere una 20 euro risultata falsa. Le indagini hanno permesso di scoprire che il ragazzo aveva ricevuto quei soldi falsi poco prima da un altro studente, I.G. di 19 anni, residente a Guardiaregia, che aveva comperato da lui della droga.

soldi falsi 10 maggio 2019

Quindi, acquisto di droga con soldi falsi che poi lo spacciatore ha provato ad usare in un bar.

L’immediata perquisizione personale e domiciliare nei confronti di M.S. ha consentito di scoprire 8 banconote da 20 euro, rigorosamente false; 18 involucri contenenti hashish, un bilancino di precisione e persino un ‘registro contabile’ dell’attività di spaccio.

La perquisizione presso il domicilio di I.G., invece, ha consentito di recuperare una banconota da 20 euro falsa, del tutto simile a quelle cedute da quest’ultimo a M.S. per l’acquisto dello stupefacente.

Soldi falsi e droga vera. Sempre a Guardiaregia, gli agenti hanno poi perquisito l’abitazione di D.F.S: a casa del 26enne sono state trovate banconote false da 20 e 50 euro per un totale di 1810 euro. E poi 6 grammi di cocaina, una piantagione di marjuana in vaso con lampade specifiche per la crescita, un bilancino di precisione e vario materiale da taglio e da confezionamento.

L’indagine ha consentito di appurare che le banconote false, oltre che essere spese in esercizi commerciali o presso uffici postali, venivano spesso utilizzate dagli acquirenti di stupefacente per pagare i propri fornitori.

piantine marijuana 10 maggio 2019

D.F.S. è stato quindi tratto in arresto e associato presso il carcere di Campobasso a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. I.G. è stato denunciato a piede libero per detenzione e spendita di banconote contraffate mentre M.S. per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings