Avvista un cucciolo di capriolo e chiede aiuto al 1515: il ‘piccolo’ affidato alle cure dei veterinari

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I Carabinieri del Nucleo tutela biodiversità hanno provveduto a catturare il ‘capreolus capreolus’ e a trasportarlo alla riserva di Montedimezzo dove sarà curato fino a quando non potrà essere reitrodotto nel proprio habitat


POGGIO SANNITA. Un cucciolo di capriolo, Capreolus capreolus, recuperato oggi dai Carabinieri del Nucleo Tutela Biodiversità di Montedimezzo, in servizio di emergenza ambientale.

Un passante, in località Sente I nel comune di Poggio Sannita, ha avvistato e si è avvicinato al cucciolo. Ha avuto la prontezza di chiamare il numero dedicato, il 1515, che ha consentito ai militari di prendersi cura dell’esemplare di capriolo che è stato trasferito nella riserva di Montedimezzo, a Vastogirardi, ed è ora accudito dal personale medico-veterinario che sta facendo di tutto per salvare il piccolo ungulato così da reintrodurlo nel suo habitat.

Il Reparto Carabinieri Biodiversità di Isernia raccomanda, in occasione dell’avvistamento di cuccioli di fauna selvatica apparentemente abbandonati, di non toccarli e segnalare prontamente l’emergenza avendo cura di evitare qualsiasi iniziativa personale che potrebbe compromettere gravemente l’integrità fisica dell’animale o pregiudicarne irrimediabilmente la possibilità di reintroduzione in natura.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings