Ricevono in custodia giudiziale un veicolo e lo mettono sul mercato estero, due denunciati

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Si tratta di un 57enne e di 73enne del frusinate, scoperti dalla squadra di polizia giudiziaria di Isernia. Denunciato anche un automobilista per guida in stato di ebbrezza


ISERNIA. Dopo aver sequestrato e confiscato dei veicoli privi di copertura assicurativa, gli agenti della Polstrada li hanno affidati in custodia giudiziale. Ma un’impresa del frusinate ha messo in piedi un raggiro, venuto però alla luce. E ora i titolari sono stati denunciati.

In pratica, una ditta cui era stato consegnato un mezzo, attraverso una falsa dichiarazione di vendita, era riuscita a trasferire la proprietà del veicolo ad un’azienda operante nel settore di rivendita automezzi industriali, per poi destinare il bene al mercato estero.

A scoprirlo è stata la Squadra di Polizia Giudiziaria, grazie alle indagini svolte presso le sedi provinciali dell’Aci-Pra delle province di Isernia e Latina, dove hanno acquisito i fascicoli documentali contenenti gli attestati per il trasferimento di proprietà e le false attestazioni propedeutiche alla vendita del veicolo. Nell’occasione sono stati identificati i responsabili del reato, entrambi provenienti dal frusinate, un 57enne e un 73enne.
Sono in corso ora ulteriori approfondimenti per verificare altri casi di sottrazione di beni già oggetto di confisca.


Non è tutto. Nei giorni scorsi, la sezione di polizia stradale del capoluogo pentro e il Distaccamento di Agnone hanno preso parte alla campagna europea denominata “Alcohol and drugs”, organizzando specifici e mirati servizi di controllo su tutte le principali arterie della provincia pentra, con l’impiego di 30 pattuglie nelle 24 ore.

Particolari e più intensi controlli sono stati effettuati nel nella zona di Isernia, con l’impiego anche di pattuglie della Squadra di Polizia Giudiziaria in abiti civili e con autovetture civetta. In particolare, due sono stati i conducenti risultati positivi alla prova dell’etilometro. In entrambi i casi gli agenti hanno proceduto all’immediato ritiro della patente di guida, e in un caso il conducente è stato anche denunciato alla Procura della Repubblica per guida in stato di ebbrezza, presentando un tasso alcoolemico pari quasi a 3 volte il limite massimo previsto dalla legge.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings