Sequestrato un capannone trasformato in discarica di rifiuti pericolosi, sei persone denunciate

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Dovranno rispondere in concorso di inquinamento ambientale e gestione non autorizzata di rifiuti. È accaduto a San Giacomo degli Schiavoni. L’operazione condotta dal Reparto Operativo Aeronavale di Termoli


SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI. Un capannone con copertura in eternit trasformato in discarica, contenente finanche rifiuti pericolosi.

Questo quanto scoperto, a seguito di una meticolosa attività investigativa, dal Reparto Operativo Aeronavale di Termoli in territorio di San Giacomo degli Schiavoni.

Sei le persone finite nei guai: denunciate alla procura della Repubblica di Larino per inquinamento ambientale e gestione non autorizzata di rifiuti in concorso.

L’operazione è culminata stamane. Ed è stata svolta con la collaborazione dell’Agenzia Regionale Protezione Ambiente (ARPA) Molise e personale dell’Ufficio Tecnico del Comune di San Giacomo degli Schiavoni.

Gli agenti hanno sottoposto a controllo una vasta area ubicata in Contrada Croce. Sull’intero sito industriale dismesso insistono capannoni fatiscenti con tetto in fibro-cemento-amianto. Uno di essi, con la complicità dell’incuria dei proprietari, è divenuto un deposito di di centinaia di metri cubi di rifiuti pericolosi e non (materiale edile alla rinfusa, scarti di lavorazioni industriali, fusti contenenti olii esausti, pneumatici, rifiuti radio elettrici RAEE).
L’area, costituente pertanto una potenziale fonte di pericolo per la pubblica e privata incolumità, è stata sottoposta a misure cautelari reali, ossia a sequestro.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings