Isernia, inferno tra le mura di casa: la Polizia salva una donna vittima del suo convivente

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nel cuore della notte gli agenti della Squadra Volanti hanno trovato la 47enne per strada in caso confusionale. Poco prima era stata in Pronto Soccorso, ma aveva rifiutato le cure. Nei confronti del suo compagno è stato emesso un ammonimento da parte del questore


ISERNIA. L’amore che si trasforma in un incubo: un nuovo caso di violenza domestica a Isernia portato alla luce dalla Polizia. Nei guai è finito un 53enne. Nei sui confronti il questore Roberto Pellicone ha emesso un provvedimento di ammonimento, salvando dall’incubo la compagna dell’uomo, una 47enne.

Tutto è cominciato quando, nel cuore della notte, quando gli agenti della Squadra Volanti dell’UPGSP, impegnati in un servizio di controllo del territorio, hanno notato una donna in stato confusionale lungo una strada del capoluogo. L’hanno avvicinata e convinta a farsi visitare da personale del 118, fatto intervenire dalla Sala Operativa.

La donna è stata accompagnata in ospedale e qui gli agenti hanno scoperto che, qualche ora prima, era stata già al Pronto Soccorso dopo un’accesa discussione con il convivente, ma aveva rifiutato le cure e si era allontanata spontaneamente.

I poliziotti hanno ascoltato il racconto della donna che ha permesso di ricostruire una storia di disagio e di litigi continui tra i due conviventi, aggravata dall’assunzione di sostanze alcoliche da parte di entrambi e soprattutto dell’uomo, resindente in un centro della provincia. Di recente la vittima  ha riportato lesioni guaribili in 20 giorni.

Dopo una breve ma completa e approfondita attività istruttoria da parte di personale della Divisione Polizia Anticrimine, il Questore di Isernia Roberto Pellicone ha emesso nei confronti dell’uomo la misura personale di prevenzione dell’ammonimento, ex art. 8 L. 38/2009. Gli agenti hanno notificato il provvedimento all’uomo, ammonendolo a tenere un comportamento conforme alla legge e a non porre in essere atti di violenza di alcun tipo.

Sono stati, inoltre, attivati i canali della rete di supporto alle vittime di violenza: alla donna sono stati indicati i centri antiviolenza presenti in provincia ed illustrate le possibili alternative per un sostegno umano e sociale.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings