Isernia, calci e pugni al cognato per l’eredità: nei guai 54enne

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’uomo, ospite in una casa vacanze della provincia pentra, è stato denunciato per lesioni personali gravi e minacce. Necessarie le cure dei sanitari del Pronto Soccorso


ISERNIA. una discussione tra fratello e sorella sorta a causa della spartizione dell’eredità, sfociata in una lite violenta.

Ed ecco che un uomo, un 54enne, ha così aggredito a calci e pugni il compagno della sorella, il tutto mentre erano ospiti in una casa vacanze della provincia pentra.

L’uomo colpito è rovinato al suolo, insieme alla donna, intervenuta per cercare di calmare gli animi. I due conviventi hanno dovuto così far ricorso alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso, con una prognosi per il primo di 30 giorni. E nell’occasione hanno denunciato l’accaduto.

Gli agenti della Squadra Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, giunti presso l’ospedale Veneziale di Isernia, hanno raccolto i primi dati utili, che hanno permesso alla Squadra Mobile di ricostruire la vicenda.

I poliziotti hanno accertato, in particolare, che all’origine della discussione, poi degenerata, vi era la notizia del peggioramento delle condizioni di salute del padre che aveva riacceso vecchi rancori tra i due, legati proprio alla spartizione dell’eredità. L’improvviso e inaspettato miglioramento delle condizioni di salute dell’anziano genitore, ricoverato presso una struttura ospedaliera della zona, avrebbe invece infranto le aspettative dell’uomo che ora dovrà rispondere di lesioni personali aggravate e minacce.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale  

Change privacy settings