Alimenti non ‘tracciabili’ e assenza di requisiti igienici, maxi sequestro in un ristorante e sigilli a un deposito

Alimenti non ‘tracciabili’ e assenza di requisiti igienici, maxi sequestro in un ristorante e sigilli a un deposito

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Controlli a tappeto dei carabinieri del Nas negli esercizi pubblici del Venafrano. Denunciato anche il titolare di un bar



VENAFRO. Blitz dei carabinieri del Nas negli esercizi pubblici del Venafrano. Nei guai tre esercenti non in regola.
Il titolare di un bar è stato denunciato perché responsabile di aver tenuto la cassetta di primo soccorso priva del contenuto minimo previsto.
Nel contesto di un secondo controllo all’interno di un ristorante, invece, i militari hanno sequestrato 50 chili di salumi privi di qualsiasi indicazione riferita alla tracciabilità.
Nel corso di un’ispezione presso un altro esercizio commerciale, infine, i Nas hanno proceduto alla chiusura di un deposito di alimenti attivato senza la prescritta notifica all’autorità sanitaria e privo dei requisiti minimi igienico-strutturali.
Il valore dell’infrastruttura sottoposta a provvedimento ammonta a 15mila euro circa, mentre quello degli alimenti vincolati è pari all’importo di circa 3mila euro.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Privacy Policy