Ufficialmente un B&B, nei fatti una 'casa del sesso': blitz della Mobile

Ufficialmente un B&B, nei fatti una 'casa del sesso': blitz della Mobile

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nei guai anche il proprietario di una struttura ricettiva che dava ospitalità a due spacciatori. L'operazione della polizia di Campobasso


CAMPOBASSO. Nell’ultimo periodo, l’attività di controllo posta in essere dalla polizia di stato, volta alla verifica dell’osservanza dell’obbligo da parte dei gestori delle strutture ricettive di comunicare telematicamente all’autorità di pubblica sicurezza le generalità degli ospiti, ha subito un forte incremento, ciò anche a seguito dell’arresto da parte dagli agenti della squadra mobile, lo scorso 14 agosto, di due spacciatori che alloggiavano in un rinomato B&B del centro storico di Campobasso .

Gli uomini dell’arma, all’esito dei controlli, hanno denunciato i gestori della predetta struttura ricettiva per la violazione dell’art. 109 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, per aver ripetutamente omesso di segnalare, nei termini di legge, le generalità degli ospiti.

Sempre nell’ottica dei medesimi controlli, gli operatori della Squadra Mobile a seguito di indagini effettuate su siti on line, hanno individuato, sempre in questo capoluogo, un altro B&B privo delle necessarie autorizzazioni previste per l’attività ricettiva, nel quale è stato segnalato un via vai sospetto di persone che ha fatto presagire che tale struttura fosse utilizzata come “casa per appuntamenti”, come successivamente appurato.

Pertanto, gli agenti hanno posto fine a tale attività, contestando nel contempo al gestore la violazione connessa all’esercizio abusivo di attività ricettiva (art. 6 comma 1 lett. a) Legge Regione Molise 12/07/2002 n. 13) e denunciando lo stesso all’A.G. per violazione dell’art. 109 TULPS, per aver reiteratamente ospitato in struttura persone senza comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza le relative generalità.

Negli scorsi giorni è proseguita in maniera incalzante anche l’attività di prevenzione e controllo da parte degli uomini della Questura volta principalmente alla repressione dei reati in materia di stupefacenti.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy