Tonnellate di rifiuti in centro non autorizzato, multa da 540mila euro a imprenditore molisano

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’indagine dei carabinieri del Noe di Campobasso, che hanno sequestrato un’area di 500 metri quadrati a Campochiaro


CAMPOBASSO. Centro di raccolta rifiuti non autorizzato, i carabinieri del Noe di Campobasso hanno contestato al titolare di una nota azienda del luogo sanzioni amministrative per un importo di oltre 540mila euro.

L’accertamento nell'ambito di verifiche e controlli ambientali sul ciclo dei rifiuti solidi urbani, smaltiti e recuperati nella provincia di Campobasso. A finire nel mirino dei carabinieri ambientali un imprenditore, che opera nel ramo della raccolta e trasporto di rifiuti solidi urbani e nella gestione di impianti di depurazione di acque reflue. I militari hanno accertato l'omessa annotazione di 1.050 operazioni di carico e scarico nel registro dei rifiuti, previsto dalla normativa di settore.

L'attività d'indagine è emersa a seguito di controlli eseguiti nel periodo estivo dal Noe di Campobasso, insieme ai carabinieri del Comando provinciale, nel corso dei quali è stata sequestrata, all'interno di un piazzale nella zona industriale di Campochiaro, un'area di 500 metri quadrati, in cui era stato abusivamente realizzato un centro di raccolta di rifiuti, che esercitava in totale assenza di autorizzazioni ambientali.

Nel centro di raccolta sono stati trovati rifiuti speciali pericolosi e rifiuti sanitari a rischio infettivo, oltre a circa 300 metri cubi, pari ad altrettante tonnellate, di rifiuti solidi urbani provenienti da note località turistiche del Gargano.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings