Trasporti, si ipotizza danno erariale da 30 milioni di euro: indagano Procura e Corte dei Conti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A evidenziarlo, in una conferenza stampa convocata davanti al Tribunale di Campobasso, l’avvocato Giuseppe Fazio, che rappresenta i lavoratori



CAMPOBASSO. Equo compenso, inchiesta della Procura di Campobasso sui fondi stanziati alla Regione, che non sarebbero mai arrivati ai lavoratori del Trasporto pubblico locale.

Tutto è nato da un esposto che un centinaio di lavoratori, rappresentati dall’avvocato Giuseppe Fazio, hanno presentato un anno fa a Palazzo di Giustizia, a seguito del quale il filone di indagine è stato affidato alla Guardia di Finanza. Un’indagine che va avanti, ha detto l’avvocato Fazio, in una conferenza stampa convocata stamattina davanti al Tribunale.

“C’è stato un parziale accoglimento dell’esposto per alcune notizie di reato – ha chiarito Fazio – mentre per un’altra parte, per la quale è stata chiesta l’archiviazione, su incarico di un centinaio di lavoratori abbiamo fatto opposizione e aspettiamo che venga fissata l’udienza, per poter portare ulteriori elementi di indagine e di prova”.

La Procura ha aperto un fascicolo, per ora contro ignoti, sull’ipotesi di truffa, mentre è stata chiesta l’archiviazione per abuso d’ufficio. Questo per quanto riguarda l’indagine penale.

Ma l’esposto è stato inviato anche alla Corte dei Conti, che sta indagando su un presunto danno erariale da record, per 30 milioni di euro. Fondi stanziati dalla Regione, che non sarebbero mai arrivati ai lavoratori. Due strade parallele, quelle giudiziarie, che vanno di pari passo con la trattativa politica e istituzionale che i sindacati del settore Tpl hanno avviato con l’assessorato regionale ai Trasporti. Nei giorni scorsi c’è stato un incontro con Vincenzo Niro e la strada che si sta cercando di seguire è quello del contratto di secondo livello, finora mai sottoscritto, benché finanziato dal 2011, per garantire i lavoratori.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings