Insulti social ai poliziotti morti a Trieste: denuncia alla Procura di Campobasso

Insulti social ai poliziotti morti a Trieste: denuncia alla Procura di Campobasso

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Da parte del Sap, il Sindacato autonomo di Polizia, che si è rivolto anche ad altri Tribunali d’Italia


CAMPOBASSO. Nuovi insulti via social agli agenti morti nella sparatoria in questura a Trieste. E nuove denunce del Sap, il Sindacato autonomo di polizia. "Dopo le tre querele annunciate ieri – ha spiegato Stefano Paoloni, segretario generale del Sap - oggi ne abbiamo presentate altre quattro presso le procure di Campobasso, Caltanissetta e Trapani, nei confronti di altrettante persone".

"Chi se ne frega degli sbirri morti – uno dei messaggi postati su Facebook di cui ha dato notizia Paoloni - morissero tutti nello stesso giorno, io festeggerei”.

“Anche a fronte di una così immane tragedia – ha aggiunto ancora il sindacato del Sap - non si placa l'odio nei confronti delle forze dell'ordine. Come si può gioire della morte di due persone? Sono completamente assenti rispetto, umanità e sensibilità. Il sacrificio dei nostri colleghi non deve diventare oggetto di scherno. Per questo motivo – ha concluso - continueremo a chiedere la punizione degli autori di tali nefandezze".

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy