Isernia, operai in nero nel cantiere stradale: due denunce e multa da 28mila euro per la ditta

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nuovo blitz dei carabinieri del Nil che hanno eseguito controlli a tappeto per garantire il rispetto della legge in materia di assunzioni e sicurezza. Disposta la sospensione dell’attività



ISERNIA. In un cantiere allestito per realizzare degli interventi di edilizia stradale, è stata accertata la presenza di diversi operai in nero. A scoprirlo sono stati i Carabinieri del Nil che, insieme ai colleghi dei reparti territoriali, anche negli ultimi giorni hanno eseguito controlli a tappeto a Isernia e nella sua provincia.

Nel corso dei servizi straordinari ‘anti caporalato’ disposti in ambito Nazionale, i militari hanno denunciato alla Magistratura il titolare e l’amministratore di una società che opera nel settore dell’edilizia stradale. Entrambi, al termine di accurate verifiche, sono stati ritenuti responsabili di violazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro. Nello specifico i carabinieri hanno accertato irregolarità per quel che concerne la mancata idoneità della mansione svolta e impiego di lavoratori non risultanti dalla documentazione obbligatoria (lavoro nero).

E’ scattata così la maxi-sanzione per lavoro irregolare nei confronti dei titolari ed è stato contestualmente adottato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale. Le sanzioni amministrative ammontano a 12.800 euro, mentre sono scattate ammende per 15mila euro.

Prosegue dunque l’azione dei Carabinieri del Comando provinciale di Isernia, quotidianamente impegnati nel capillare controllo del territorio teso a garantire il rispetto della legalità giuridica, anche sui luoghi di lavoro.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings