In casa pistole e fucili appartenenti a familiari defunti: intervento della Polizia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Effettuati anche controlli a tappeto, per contrastare l’immigrazione clandestina. Espulso un cittadino egiziano, ora trattenuto al Centro per rimpatri di Roma


CAMPOBASSO. Avevano in casa armi appartenenti a familiari defunti. Ritirate 3 pistole e 3 fucili, ritrovati dalla Polizia, all’interno di alcune abitazioni. Revocato anche un porto d’armi, a seguito di un divieto di detenzione emesso dal prefetto. Avviata anche la distruzione di 4mila munizioni confiscate dall’autorità amministrativa, o verate spontaneamente dai titolari.

L’intervento effettato dalla Divisione Pasi, Squadra amministrativa della Questura di Campobasso, che nei giorni scorsi ha anche sanzionato il titolare di un B&B di Campobasso, per l’omessa denuncia di inizio attività.

Intanto continuano i controlli finalizzati all’immigrazione clandestina. Nelle ultime due settimane sono state ispezionate le aree più frequentate da stranieri (mercato di corso Bucci, stazione ferroviaria, terminal bus, piazza Municipio). L’attività ha consentito di identificare 200 stranieri e di adottare numerosi provvedimenti amministrativi, a carico di irregolari rintracciati sul territorio nazionale.

Eseguite 13 revoche di permesso di soggiorno per richiedenti asilo, conseguenti al diniego della Commissione Territoriale per la Protezione Internazionale di Campobasso, 2 provvedimenti di allontanamento - per altrettanti cittadini rumeni - 7 espulsioni con ordine del Questore a lasciare il territorio nazionale entro 30 giorni ed espulsione di un cittadino egiziano, con trattenimento presso il Centro di permanenza per i rimpatri di Roma.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings