Arresto di Antonello Nicosia, Giusy Occhionero convocata dalla Commissione antimafia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Accolta la richiesta di Fratelli d’Italia, di audire la deputata molisana sui suoi rapporti con l’ex collaboratore parlamentare, accusato di aver portato messaggi fuori dalle carceri nelle quali svolgeva ispezioni


CAMPOBASSO. Il suo ex collaboratore parlamentare arrestato, la deputata Giusy Occhionero sarà audita dalla Commissione parlamentare antimafia.

L’ufficio di presidenza della Commissione ha approvato la richiesta, formalmente avanzata dal segretario Wanda Ferro, di Fratelli d'Italia, di convocare la parlamentare molisana, eletta con LeU e ora componente del gruppo di Italia Viva.

Davanti al presidente Nicola Morra e ai componenti dell’Antimafia Occhionero sarà chiamata a parlare dei suoi rapporti con Antonello Nicosia, il suo ex collaboratore parlamentare, che da esponente dei Radicali italiani e sostenitore dei diritti umani con lei ispezionava le carceri, e secondo quanto accertato dalla Procura di Palermo raccoglieva messaggi dai mafiosi e li portava all’esterno. Nicosia sarebbe ritenuto l’anello di collegamento con i mafiosi vicini al boss Matteo Messina Denaro.

La deputata non è indagata, ma nei giorni scorsi è stata sentita dai magistrati siciliani, che l’hanno convocata in Tribunale per ascoltarla sui dettagli di quella collaborazione sulla quale sono in corso accertamenti. E sulle intercettazioni delle conversazioni telefoniche tra i due, andate avanti anche dopo che il rapporto di lavoro si era interrotto.

Fratelli d'Italia ha inoltre richiesto l'audizione in Commissione del capo della Procura distrettuale di Palermo o dei magistrati a cui è stato affidato il coordinamento delle indagini.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings