Evasione, sequestro da oltre 400mila euro al Carsic

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il provvedimento della Procura di Santa Maria Capua Vetere. La società di gestione di case di cura, con sede legale a Caserta, ha una struttura a Venafro


CASERTA. Sequestro da oltre 400mila euro per la società Carsic Srl, con sede legale a Caserta, operante nel settore della gestione di case di cura per lunga degenza.
La misura cautelare, eseguita dalla Guardia di finanza, è stata disposta dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della Procura, a seguito di una denuncia dell’Agenzia delle Entrate per l’omesso versamento di ritenute certificate per l’anno d’imposta 2015.

Il patrimonio illecitamente accumulato è stato sequestrato – si apprende da una nota stampa - anche al fine di inibire il consolidamento del vantaggio economico derivante dall’evasione. Confiscate così le disponibilità liquide della società e i beni. E dagli accertamenti patrimoniali eseguiti dalle Fiamme gialle sarebbero state individuate ingenti risorse finanziarie sui conti correnti societari.

Non è la prima volta che giunge un provvedimento simile. Già nel 2006 furono ‘bloccati’ beni per 3 milioni di euro, ma insieme al Carsic fu coinvolta anche la M.I. Medical.

Il tutto si consuma mentre i dipendenti della struttura riabilitativa con sede a Venafro sono in costante agitazione per il ritardo nei pagamenti.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale  

Change privacy settings