Isernia, scoperti ‘furbetti’ del reddito di cittadinanza: quattro denunce

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’operazione della Guardia di finanza che ha scoperto come i soggetti ‘pizzicati’ avessero fornito dichiarazioni mendaci pur di ottenere il beneficio. Uno di loro lavorava pure come ambulante


ISERNIA. Percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza, ma sono stati ‘pizzicati’ dai finanzieri. È accaduto a Isernia.
Quattro le persone scoperte attraverso mirati controlli. In ognuno dei casi il beneficio percepito era frutto di dichiarazioni mendaci. Infatti, pur di intascare i soldi, non spettanti, i soggetti scoperti avevano fornito false informazioni sulla propria residenza e sull’effettiva composizione del proprio nucleo familiare, così da ottenere una certificazione Isee alterata, ai fini dell’accesso al contributo economico.

Tra i quattro casi accertati dalle fiamme gialle, è risultata sicuramente bizzarra la storia di un trentenne, nativo della provincia di Chieti, percettore di reddito di cittadinanza da maggio 2019.
Quest’ultimo, oltre alle false dichiarazioni, utilizzando la partita Iva della compagna, esercitava anche, senza alcun titolo, l’attività di commercio ambulante di panini e altri generi alimentari, soprattutto in occasione di feste e sagre. L’esercizio della lucrosa attività imprenditoriale era finanche pubblicizzato con tanto di “post” e foto su “Facebook”.

Le quattro persone sono state segnalate alla competente Autorità giudiziaria e alla Direzione provinciale Inps di Isernia, con la quale esiste un collaudato coordinamento, per la revoca immediata del beneficio e per il recupero delle somme indebitamente percepite.

Per tale reato le pene sono severe: la legge prevede anche la reclusione da due a sei anni per chiunque presenti dichiarazioni false oppure ometta informazioni dovute. È prevista la reclusione da uno a tre anni nei casi in cui si ometta la comunicazione all’ente erogatore delle variazioni di reddito, del patrimonio o del nucleo familiare, nonché informazioni dovute e rilevanti ai fini della riduzione o revoca del beneficio.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings