Liti tra turisti, aggressioni e ubriachi al volante: raffica di denunce nei giorni di festa

Liti tra turisti, aggressioni e ubriachi al volante: raffica di denunce nei giorni di festa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I carabinieri della Compagnia di Bojano tracciano il bilancio delle attività messe in campo nel periodo natalizio, per prevenire e contrastare qualsiasi forma di reato


BOJANO. Sono stati giorni di lavoro senza sosta per i carabinieri della Compagnia di Bojano. Le festività natalizie appena trascorse sono state caratterizzate infatti da una intensa attività preventiva, per prevenire furti e spaccio di droga. I militari hanno tracciato il bilancio dell’attività svolta, che parla di controlli a raffica e diverse denunce.

Pochi minuti prima del tragico incidente di Vinchiaturo, una gazzella dell’Aliquota Radiomobile, nel corso di un servizio per prevenire le stragi del sabato sera, aveva contestato ad una giovane donna di origine marocchina, la violazione penale della guida in stato di ebrezza. La 22enne, infatti, di rientro dal cenone, è stata fermata al posto di controllo lungo la SS 17. Gli esami hanno accertato che aveva un tasso alcolico di 1,42 g/l che le è costato il ritiro del documento di guida e il fermo del veicolo.

Nella stessa notte di Santo Stefano, un’altra ragazza di giovanissima età, invece, è stata fermata, sempre nel corso di un servizio dell’Aliquota Radiomobile, alla guida di un veicolo senza aver mai conseguito la prescritta patente di guida. Per la giovane inevitabile la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Sempre a causa di un eccessivo e a volte smodato uso di bevande alcoliche, anche in ambito familiare, banalissimi diverbi possono poi degenerare in vere e proprie liti. È quello che è accaduto la sera dell’ultima domenica dell’anno, quando sempre un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile, è intervenuta in una borgata di Bojano per un litigio tra coniugi, poi degenerato. L’uomo ha riportato una prognosi minima, invece alla donna sono stati diagnosticati tre giorni per le contusioni. Visto che gli animi erano particolarmente agitati, tenuto conto di alcune minacce rivolte dall’uomo e il possesso di una carabina, i carabinieri hanno proceduto all’immediato ritiro con il relativo munizionamento. L’uomo è stato poi deferito all’Autorità Giudiziaria di Campobasso.

La notte dell’ultimo dell’anno, invece, sempre per futili motivi, è scoppiato un diverbio tra alcuni turisti a Campitello Matese. Il pronto intervento di una gazzella dell’Aliquota Radiomobile ha evitato che la situazione degenerasse. I successivi accertamenti hanno permesso di rinvenire, in possesso di una 20enne originaria della provincia di Campobasso, un quantitativo di hashish del peso complessivo di 5 grammi. Per la ragazza è scattata la segnalazione al prefetto di Campobasso.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy