Massacra per anni la moglie con calci e pugni: nei guai isernino violento

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Nei confronti del 51enne, già finito in carcere in passato, è scattato il provvedimento di ammonimento del questore, in quanto considerato socialmente pericoloso


ISERNIA. Tutelare le vittime di abusi e, nello specifico, una donna che per anni ha vissuto un incubo, per colpa del marito violento. Con questo obiettivo il questore di Isernia Roberto Pellicone ha fatto scattare un provvedimento di ammonimento nei confronti di un 51enne residente in provincia.

L’obiettivo è sempre quello di evitare pericolose degenerazioni di condotte violente che si verificano all'interno della famiglia o del nucleo familiare, o tra persone legate, anche in passato, da una relazione affettiva.

Numerosi sono stati gli episodi violenti, confermati anche dal figlio 18enne, e le aggressioni fisiche e verbali che la donna aveva subito in passato e mai denunciati per timore che le venisse fatto del male.

Finalmente, presa a calci e pugni per l’ennesima volta, ha trovato il coraggio di chiedere aiuto agli agenti della questura che, intervenuti immediatamente, hanno arrestato il marito violento, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e perché già recidivo per episodi analoghi, oltre alla sua manifesta pericolosità sociale esternata in questa circostanza.

Proprio a causa della pericolosità sociale, sono scattati provvedimenti restrittivi da parte dell’Autorità Giudiziaria: dopo un periodo di detenzione presso la Casa Circondariale di Isernia, infatti, l’uomo è stato trasferito in una comunità terapeutica dove è stato sottoposto ai domiciliari.

Il questore ha emesso quindi un provvedimento di ammonimento per violenza domestica, intimandolo a tenere d’ora in avanti una condotta conforme alla legge e di non porre in essere atti di violenza di alcun tipo, informandolo contestualmente circa i servizi disponibili sul territorio, inclusi i consultori familiari, i servizi di salute mentale e i servizi per le dipendenze, specializzati ad intervenire nei confronti degli autori di violenza domestica o di genere.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings