Ancora atti di vandalismo sui mezzi della Croce rossa a Isernia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'episodio è stato riportato sui social network. Il presidente Alabastro: "Una vera e propria guerra di assalti contro i mezzi Cri". GUARDA LA FOTOGALLERY


ISERNIA. Stamattina un nuovo episodio di vandalismo a Isernia è stato denunciato sui social network. I mezzi della Croce rossa parcheggiati nei pressi della sede di Isernia, in via Pascoli (l'ex scuola media Andrea d'Isernia) sono stati presi di mira, presentando gli specchietti rotti. Già nel settembre scorso si erano verificati altri danneggiamenti: il presidente Fabio Rea aveva infatti denunciato, oltre ad ammaccature e tergicristalli diveliti, addirittura una sassaiola ai danni di uno dei mezzi e contro il portone d’ingresso dell’ex scuola, vedensodi costretto ad allertare le forze dell'ordine ed esprimendo amarezza e sconcerto.

Un gesto vile ai danni di veicoli di pubblica utilità, che colpisce viste le tante iniziative, non solo di carattere sanitario ma anche sociale, a sostegno degli indigenti della comunità, di cui si rende protagonista la Croce Rossa. Del problema era stata investita anche l'amministrazione comunale nella persona del vicesindaco Cesare Pietrangelo. La soluzione potrebbe essere quella di installare delle videocamere di sorveglianza, necessarie in varie zone 'sensibili' di Isernia.

“Oggi ho veramente la morte nel cuore - questo il commento del presidente del Comitato Regionale Cri, Giuseppe Alabastro - Una vera e propria guerra di assalti contro i mezzi Cri, non semplici atti vandalici ma tali azioni sono poste in essere da un gruppo di squilibrati che non amano la vita e il bene comune. Chiederò l'intervento di tutte le istituzioni locali. Ora basta. Sono solidale verso i nostri colleghi di Isernia a cui non mancherà il nostro appoggio, così come abbiamo sempre fatto in passato per altri Comitati anche di altre regioni. Ho già provveduto ad avvisare il Presidente Nazionale, Consiglio Direttivo Nazionale e Consulta dei Presidenti Regionali. Spero che venga messa alla parola fine a questi atti ignobili”.


GUARDA LA FOTOGALLERY IN BASSO

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings