Stalking e violenza sulla ex compagna, prosciolto in Appello imprenditore venafrano

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La decisione del Collegio giudicante per intervenuta prescrizione. L’uomo, condannato in primo grado, è stato difeso in questa fase dall'avvocato Danilo Leva


CAMPOBASSO. È stato prosciolto in Appello per intervenuta prescrizione l’imprenditore venafrano, condannato in primo grado a 18 mesi per stalking e violenza privata nei confronti di una nota commerciante, sua ex compagna, e installazione di microspie.

Un pronunciamento che giunge ad un anno dalla sentenza del magistrato del tribunale di Isernia e che ribalta completamente la situazione. Il collegio giudicante, presieduto dal giudice Vincenzo Pupilella, dopo aver preso atto della decorrenza dei termini, ha altresì disposto per l’uomo, difeso in questa occasione dall’avvocato Danilo Leva, la revoca delle statutazioni civili per il capo inerente all’installazione delle microspie nella camera da letto della donna. Statutazioni relative al pagamento di una provvisionale di 1.500 euro, cui aggiungere le spese legali.

Una vicenda sulla fine tormentata di un amore: fatta di pedinamenti e persecuzioni da parte dell’uomo che non accettava la chiusura della relazione e della vittima che tentava di difendersi attraverso le querele, almeno 15 quelle presentate ai carabinieri. Culminata nel 2010 con l’arresto dell’imprenditore per aver violato, accecato dalla gelosia, finanche un ammonimento del questore. Una vicenda oggi prescritta presso la Corte di Appello di Campobasso.

 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale  

Change privacy settings