Carte di credito regionali, Finanza in via Genova. La Procura apre un’indagine

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per fare chiarezza sulle spese rendicontate da governatore, assessore e dirigenti dell’ente, relative a missioni in Italia e all’estero


CAMPOBASSO. Carte di credito in uso a governatore, assessore e dirigenti, la Procura di Campobasso apre un’indagine e i finanzieri del Comando provinciale di Campobasso arrivano negli uffici regionali, per acquisire la documentazione relativa alle spese sostenute da vertici politici e amministrativi di Palazzo Vitale. E pagate con le carte della Regione.

Un’indagine avviata a seguito dell’esposto presentato dal capogruppo del M5s Andrea Greco, dopo aver inviato la richiesta di accesso agli atti al Servizio regionale risorse finanziarie e allo stesso governatore Donato Toma e una nota al prefetto. Quindi la segnalazione alla Procura, che ha aperto l’inchiesta, un atto dovuto al momento. A quanto si apprende le ipotesi di reato sono truffa, peculato e falso, ma al momento non risultano indagati.

“Le figure apicali dell’ente – le parole utilizzate da Andrea Greco – oltre allo stipendio hanno in dotazione anche le carte di credito con un fondo di circa 30mila euro, privilegio introdotto nel 2003. Budget nel 2019 aumentato di altri 15mila euro, tanto da richiedere un’apposita variazione di bilancio”.

Plafond utilizzabile per spese di rappresentanza in Italia e all’estero, partecipazione di seminari e convegni, trasporto, vitto e alloggio in caso di missione. Dagli accertamenti che la Finanza ha svolto per la Procura sarà possibile stabilire se tutte le spese rendicontate erano consentite. Elemento indispensabile, ai fini del prosieguo dell’indagine.

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/

Change privacy settings