Abbandona il suo cane in uno scantinato tra pietre ed escrementi, denunciato 60enne

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’uomo, proprietario di un Amstaff, dovrà rispondere del reato di maltrattamento sugli animali



CANTALUPO DEL SANNIO. Ancora un caso di maltrattamenti di animali scoperto dai carabinieri di Isernia. Questa volta nel mirino degli agenti è finito un 60enne di Cantalupo del Sannio.

Grazie a una serie di accertamenti, i militari hanno raccolto elementi utili a dimostrare che l’uomo deteneva un cane razza Amstaff rinchiuso in uno scantinato buio privo di porta di accesso il cui ingresso era impedito da una rete metallica elettrosaldata.  È stato accertato che l’animale era stato praticamente abbandonato e costretto a vivere in spazi limitati coperti da pietre ed escrementi. All’interno risultavano assenti i contenitori per l’acqua ed il cibo e un giaciglio dove l’animale potesse riposare.

I militari hanno così tratto in salvo il cane che veniva prontamente visitato da un veterinario dell’Asrem ed affidato al responsabile di un canile per le cure e la custodia. L’uomo, ultimate le formalità del caso, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria competente per le responsabilità emerse a suo carico e ora dovrà infatti difendersi dall’accusa di maltrattamenti di animali.

 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

Change privacy settings