Scatta il Daspo per un tifoso di Campobasso: divieto di accesso per 5 anni a tutti gli stadi d’Italia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il provvedimento emesso dal questore Conticchio nei confronti di un 32enne, già condannato per tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia


CAMPOBASSO. Non potrà accedere agli stadi e agli impianti sportivi di tutta Italia. Scatta il Daspo nei confronti di B.D., 32 anni di Campobasso, tifoso del Campobasso calcio. Il divieto di accesso alle manifestazioni sportive è stato emesso dal questore di Campobasso Giancarlo Conticchio, per contrastare il fenomeno della violenza negli stadi. 

Il 32enne, già condannato per tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e accensione di fumogeni nel corso di manifestazioni sportive, ha preso parte attiva a momenti di criticità riconducibili ad episodi di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, in alcune partite casalinghe disputate dal Campobasso nella stagione agonistica in corso.

Per lui, già gravato di un provvedimento analogo negli anni scorsi il divieto di accedere agli stadi e agli impianti sportivi del territorio nazionale dove si disputano incontri di calcio a qualsiasi livello, agonistico o amichevole, calendarizzati e pubblicizzati. Divieto, da due ore prima a due ore dopo la conclusione degli incontri, di accedere anche tutte le aree a ridosso degli impianti o interessate alla sosta e al trasporto dei tifosi.

Per garantire il rispetto del dispositivo l’uomo avrà l’obbligo di presentarsi alla Questura di Campobasso, 15 minuti prima e 15 minuti dopo ogni partita del Campobasso calcio, a qualsiasi livello e sempre per 5 anni.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings