Coronavirus, la commissaria Ferri trasmette alla Procura gli atti sulla vicenda della casa di riposo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il provvedimento in seguito alla scoperta di 23 ospiti della struttura positivi ai tamponi del Covid-19. Chiesto ora il trasferimento di queste persone che, probabimentle, saranno accolte in un'ala del SS Rosario di Venafro


AGNONE. Dopo i 23 casi di positività al Covid-19 registrati nella casa di riposo per anziani di Agnone, il commissario prefettizio Giuseppina Ferri comunica di aver trasmesso tutti i provvedimenti adottati nella circostanza alla Procura della Repubblica.

All’interno della struttura, alla luce della diffusione del virus, si sarebbero verificate alcune criticità con l’assistenza ai pazienti, in particolare quest'oggi per la somministrazione dei pasti che sarebbe stata prima bloccata per la chiusura della mensa, poi riattivata.

Tuttavia, dell’approvvigionamento degli ospiti ora se ne stanno occupando Asrem e Protezione civile per il tramite della mensa ospedaliera del Caracciolo, ma la situazione così com’è non sembra poter continuare. Pertanto, la commissaria invoca il pronto trasferimento delle persone in luogo più idoneo. Probabile destinazione un'ala del SS Rosario di Venafro.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!