Coronavirus, Calenda scrive a Florenzano: tamponi a chi lavora in carcere

bcc

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per escludere la diffusione del contagio negli istituti di reclusione della regione


CAMPOBASSO. Coronavirus, il consigliere regionale Filomena Calenda ha inviato una nota al direttore generale Asrem, Oreste Florenzano, per chiedere che tutto il personale, sanitario e non, che opera all’interno delle strutture penitenziarie molisane, venga sottoposto tampone, per escludere qualsiasi rischio di contagio.

“Ho accolto – ha spiegato - le istanze pervenutemi dal personale sanitario che opera all’interno del carcere di Isernia che, ad oggi, ancora non è stato sottoposto al test. Inoltre, ritengo opportuno che vengano sottoposti a esami tutti coloro che lavorano negli istituti carcerari della nostra regione (Isernia, Campobasso e Larino). Solo in tal modo, infatti, si potrà escludere, il diffondersi di casi all’interno di queste strutture penitenziarie. La pandemia, purtroppo, nelle altre regioni è riuscita ad entrare anche negli istituti di pena, provocando persino sommosse e proteste. Bisogna prevenire tali situazioni e garantire che detenuti e personale vengano tutelati e non vengano sottoposti a rischi inutili”.

Il presidente della IV Commissione consiliare, inoltre, ha colto l’occasione per ricordare al direttore generale che nell’ultimo Consiglio regionale è stata approvata una mozione, in cui si evidenzia la necessità di effettuare test diagnostici a tutto il personale sanitario e a coloro che operano nelle residenze per anziani. “Spero – ha concluso Calenda – che vengano sottoposti a tampone oro-faringeo in tempi rapidi, in modo da evitare ulteriori contagi”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings