Altro che distanza sociale, passeggeri in piedi sul Campobasso-Roma: la denuncia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Caos sul treno diretto nella Capitale questo pomeriggio. Nel tratto compreso tra Isernia e Venafro viaggiatori assembrati, poi trasferiti su un bus aggiuntivo. Il racconto dall’interno del convoglio




ISERNIA. Altro che distanziamento e norme di sicurezza anti-Covid sui mezzi di trasporto. I viaggiatori del treno Campobasso-Roma hanno affrontato l’ennesima odissea. Forse la prima dell’era coronavirus.
Nel week end che ha inaugurato la stagione del ‘via libera’ agli spostamenti tra le regioni, Trenitalia è stata colta impreparata per la gestione dell’affluenza dei passeggeri sui convogli. Almeno in Molise.

assembramenti sul trenoEd ecco che il Regionale 22193, partito alle 14:17 dal capoluogo con arrivo previsto a Roma Termini alle 17:27, è giunto alla stazione di Isernia già affollato e nella città pentra ha fatto il carico, con gente impossibilitata a mantenere la necessaria distanza sociale, che ha viaggiato finanche in piedi - come denunciano alcuni cittadini a bordo del treno, anche con lo scatto riportato – fino a Venafro, dove una parte dei viaggiatori in sovrannumero è stata fatta scendere per prendere così un bus aggiuntivo.

Nessun disagio all’arrivo a Cassino, dove la banchina era vuota e i passeggeri erano stati verosimilmente smistati già sui pullman.

Tuttavia, il viaggio – riferiscono dall’interno del convoglio - è proseguito con alcuni posti a sedere occupati anche se vicini, nonostante la stessa Trenitalia indichi sul proprio sito, nella Parte III dedicata al Trasporto Regionale, le istruzioni da seguire per il “Contingentamento dei treni regionali per Covid-19”.

trenitalia contingentamento treni“Una volta che i posti disponibili assegnati ad un determinato treno regionale sono esauriti, - si legge – non sarà più possibile acquistare biglietti di corsa semplice per quel treno per quel giorno”.

Eppure qualcosa deve essere andato per il verso sbagliato, con le Ferrovie costrette a correre ai ripari. Una situazione critica che poteva essere facilmente ipotizzabile, anche alla luce della soppressione di altre due corse della stessa tratta che va dal Molise alla Capitale nel pomeriggio. Ma i passeggeri molisani ormai sono pronti a tutto.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

 

Change privacy settings