Sottrae al fisco circa 700mila euro: sequestro di beni a una società con sede a Campobasso

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tra i reati contestati al rappresentate legale della società di capitali, vi è l'omissione di versamenti delle ritenute sugli emolumenti erogati ai dipendenti nel 2016


CAMPOBASSO. I militari della Guardia di Finanza del capoluogo hanno dato seguito a un decreto di sequestro preventivo – emesso dal Tribunale del Riesame di Campobasso, all’esito del giudizio di appello proposto dal Pubblico Ministero in sede contro l’ordinanza di rigetto emessa dal GIP – finalizzato alla confisca diretta e per equivalente del profitto dei reati, per un importo pari ad € 719.224,02.

All’indagato, legale rappresentante di una società di capitali con sede a Campobasso, è stata contestato l’omissione versamento all’erario delle ritenute operate sugli emolumenti erogati ai dipendenti della propria ditta nell’anno 2016 per un ammontare complessivo di € 185.034,02. Inoltre per il medesimo anno di imposta l’indagato è stato ritenuto responsabile di aver indebitamente portato in compensazione dei crediti in realtà inesistenti per un importo complessivo pari a € 534.190,00.

Le condotte criminose sono venute alla luce dapprima con segnalazione alla locale Procura da parte della Agenzia delle Entrate e successivamente grazie alle attività investigative condotte dalla compagnia della Guardia di Finanza di Campobasso, che hanno consentito di ritenere raggiunta la prova del fumus dei reati fiscali imputati all’indagato attraverso i quali lo stesso avrebbe conseguito un profitto pari a € 719.224,02.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

 

Change privacy settings