Pestato a sangue perché gay, Comune di Campobasso parte civile

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A chiederlo i gruppi del Pd e de La Sinistra a Palazzo San Giorgio, che hanno presentato una mozione in cui sollecitano anche l’approvazione di una legge contro l’omotransfobia


CAMPOBASSO. Ragazzo di Campobasso pestato a sangue a Pescara, perché gay, da sette ragazzi e da una ragazza, il Comune di Campobasso parte civile contro le aggressioni omofobe.

E’ quello che chiedono i consiglieri del Pd e de La Sinistra al Comune di Campobasso Giose Trivisonno, Bibiana Chierchia, Alessandra Salvatore e Antonio Battista, che hanno presentato una mozione in Consiglio comunale.

Un episodio che ha creato scalpore e riprovazione quello accaduto nella città abruzzese, dove un 25enne di Campobasso si era recato con il fidanzato il 25 giugno per il Pride. Un’aggressione brutale, nella quale il giovane ha riportato la frattura della mascella, tanto da dover essere sottoposto a intervento chirurgico, con prognosi di 30 giorni.

Nella mozione, primo firmatario il dem Trivisonno, si esprime la solidarietà del Consiglio comunale nei confronti del ragazzo molisano “oggetto di una violenza cieca ed abietta e di tutti coloro che, per ragioni legate all'orientamento sessuale, continuano ad essere vittime di violenza fisica, verbale e psicologica”. E sdi dichiara Campobasso città libera da ogni forma di discriminazione, compresa quella legata all'orientamento sessuale.

Quindi l’invito al sindaco Roberto Gravina e alla Giunta, nei confronti della Regione e del Governo, di concerto con le associazioni Lgbtq+, per accelerare la stesura e l’approvazione di una legge contro l’omotransfobia, aderendo nel frattempo alla rete degli enti locali contro le discriminazioni Re.A.Dy.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings