Isernia, “non sopporto il mio compagno”: giovane finisce in carcere

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Revocati i domiciliari a un campano. A chiedere l’intervento della polizia è stata la sua convivente che ha spiegato l’impossibilità di stare nella stessa casa


ISERNIA. Una convivenza impossibile con la compagna. Queste le ragioni che hanno portato alla carcerazione di un giovane campano domiciliato a Isernia.
La Squadra Mobile ha infatti dato esecuzione a un ordine di revoca della misura alternativa della detenzione domiciliare a carico del ragazzo, emesso dalla magistratura di sorveglianza di Campobasso.

Il provvedimento è stato adottato in via di urgenza a causa dei frequenti dissidi fra l’uomo e la convivente nella abitazione dove il giovane era stato ammesso a scontare, in regime di pena alternativa alla detenzione carceraria, una condanna definitiva per reati contro il patrimonio.

Nei giorni scorsi l’ultima animata discussione. La donna esasperata si è rivolta alla polizia lamentando l’ormai accentuata incompatibilità caratteriale con il convivente. Gli operatori ne hanno preso atto, informandone tempestivamente gli organi competenti. Tale situazione familiare non idilliaca è stata il presupposto per la revoca del beneficio dei domiciliari.

Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato trasferito nel penitenziario di Ponte San Leonardo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings