Strage in discoteca, condanne tra i 10 e i 12 anni. Sei morti, tra i feriti 18enne di Campobasso

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A Corinaldo, dove doveva esibirsi il trapper Sfera Ebbasta, la banda entrò in azione spruzzando spray al peperoncino, per derubare i presenti


CAMPOBASSO. Strage di Corinaldo, sei condanne al Tribunale di Ancona, con pene comprese tra i 10 e i 12 anni e 4 mesi di carcere, per i giovani del modenese che entrarono in azione la sera tra il 7 e l'8 dicembre 2018 nella discoteca ‘Lanterna Azzurra’, per rubare portafogli e borse ai presenti, dopo aver spruzzato spray al peperoncino e approfittando della calca.

Cinque adolescenti e una madre 39enne, che aveva accompagnato i figli in discoteca per assistere al concerto del trapper Sfera Ebbasta, morirono nella calca. Ma furono diversi i feriti, tra loro anche un 18enne di Campobasso, che si è costituito parte civile nel processo, assistito dall’avvocato Silvio Tolesino. Quella notte si sarebbe dovuto esibire il cantante Sfera Ebbasta.

Confermati l'omicidio preterintenzionale, rapine, furti con strappo e lesioni personali. Caduta, invece, l'accusa associativa. La banda dello ‘spray’ è stata anche condannata al risarcimento dei danni, che dovrà essere calcolato dal Tribunale civile.

La Procura aveva chiesto condanne tra 16 e 18 anni. Un altro processo riguarderà le responsabilità dei gestori della discoteca e del Comune di Corinaldo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings