Festa di San Basso, niente falò sulla spiaggia: scatta l’ordinanza anti-bivacco

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il provvedimento del sindaco di Termoli Roberti per garantire il rispetto dell’ambiente e delle misure in atto per scongiurare la diffusione del coronavirus. Previste multe salate per i trasgressori



TERMOLI. Garantire il rispetto dell’ambiente, ma anche delle misure anti-Covid. Per questo in occasione delle festività in onore di San Basso, il sindaco di Termoli Francesco Roberti ha firmato un’apposita ordinanza.

Il provvedimento prevede il divieto, dalle ore 8 del 4 agosto alle ore 8 del 5 agosto 2020, di detenere sulle spiagge della città a qualsiasi titolo legna, carbonella, e altro materiale che possa servire all’accensione di fuochi. Divieto di campeggiare, accatastare legna, accendere fuochi e falò e abbandonare sull’arenile residui sia organici che non, in special modo bottiglie di vetro. 

“L’accensione dei fuochi sull’arenile – si legge nell’ordinanza - rappresenta un danno per l’ambiente e può essere pericolosa in prossimità di stabilimenti balneari e di civili abitazioni. In passato si sono registrate problematiche di sicurezza pubblica, privata e di igiene pubblica dovute all’abbandono indiscriminato sull’arenile dei residui dell’attività di accensione di fuochi e falò e per l’abbandono indiscriminato di bottiglie di vetro al di fuori dei contenitori”.

Da qui la necessità di dover vietare sulle spiagge qualsiasi forma di bivacco, campeggio ed accensione di fuochi e falò nella notte tra il 4 e 5 agosto, anche tenuto conto dell’esigenza di evitare occasioni di assembramenti di persone, vietati a causa dell’epidemia da Covid-19.

Per i trasgressori sono previste sanzioni da 50 a 300 euro.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings