Giovane di 28 anni a terra svenuto: caduto dal pick up di un amico

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il giovane è stato soccorso dal 118 a Cercemaggiore. In un primo momento si era pensato a un incidente di moto, poi la scoperta dei carabinieri, che hanno anche individuato un ‘ladro di biciclette’. Cinque le denunce nel fine settimana


CAMPOBASSO. Cinque denunce dai controlli fatti dai carabinieri di Bojano, impegnati nei controlli estivi con 32 pattuglie e 64 militari, anche per accertare il rispetto delle norme anti Covid, che non hanno fatto rilevare infrazioni per assembramenti o eventi organizzati.

A colpire l’intervento fatto a Cercemaggiore, dove i carabinieri su segnalazione di alcuni residenti e con l’intervento del 118 hanno trovato un ragazzo in strada semicosciente. Soccorso e portato in codice rosso al ‘Cardarelli’ il 28enne non è in pericolo di vita. Non senza difficoltà, i carabinieri sono riusciti a ricostruire l’accaduto, che inizialmente veniva ricondotto ad un incidente stradale in moto, ma che solo a tarda notte prendeva le sembianze di una bravata.

Identificato infatti un giovane coetaneo, poi denunciato per lesioni personali colpose, che aveva caricato il suo amico sul cassone del pik up, dal quale poi nell’effettuare una curva era volato via, andando a sbattere violentemente contro il guardrail posto a margine della sede stradale.

I militari hanno poi denunciato un 70enne di Bojano, che sabato scorso aveva vestito i panni del ‘ladro di biciclette’. L’uomo, infatti, pensando di passare inosservato, approfittando di un attimo di quiete, si era impossessato di una city bike del valore di circa 400 euro, lasciata in sosta davanti a un supermercato dalla proprietaria, bojanese anche lei.

All’uscita l’amara sorpresa, con la giovane donna che ha chiesto l’intervento dei Carabinieri che dopo aver visionato le immagini del sistema di videosorveglianza del negozio hanno individuato il ladro (che risponderà di furto aggravato) e recuperato la bici, restituita alla vittima.

Sono invece intervenuti in un bar del paese i carabinieri di Sepino, dopo che un pensionato 66enne aveva alzato un po’ il gomito e aveva dato in escandescenze, infastidendo gli altri clienti. Chiaramente brillo all’arrivo dei militari l’uomo ha affermato di essere in possesso di armi: 4 fucili da caccia, con regolare porto d’armi, trovati a casa in un controllo dei carabinieri, che glieli hanno ritirati in via precauzionale avanzando richiesta per il divieto di detenzione. Per lui, intanto, è arrivata la denuncia per ubriachezza molesta.

Un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile è invece intervenuto in piena notte perché un 37enne cittadino extracomunitario, regolare sul territorio nazionale, utilizzava l’auto come fosse una discoteca mobile. L’uomo infatti, incurante del riposo delle persone, ascoltava musica ad altissimo volume, proveniente dall’impianto stereo della sua vettura. Ci son voluti due interventi per far desistere l’uomo dal suo intento, che nel frattempo non aveva fornito le proprie generalità. Cosa di cui dovrà rispondere, come per disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone.

Quindi i controlli sulla movida nei locali più frequentati della zona. Identificato un 60enne di Guardiaregia, pluripregiudicato e già noto all’ufficio, che aveva il divieto di tornare a Bojano per 3 anni. Anche per lui segnalazione alle autorità competenti.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings