Coronavirus, cluster casa di riposo: negativi i tamponi sui familiari degli operatori

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’annuncio del sindaco Caporicci che esorta la cittadinanza a mantenere alta l’attenzione fino a che l’emergenza sanitaria non sarà superata. In corso ulteriori accertamenti da parte dell’Asrem


PORTOCANNONE. La possibile entità del cluster casa di riposo di Portocannone preoccupa amministratori e autorità sanitarie, tuttavia procedono spedite le operazioni di ricostruzione e accertamento della catena epidemiologica.

Ed ecco che giungono notizie positive da parte del sindaco Giuseppe Caporicci: i familiari degli operatori della Rsa che hanno contratto il coronavirus sono invece tutti negativi.
Una notizia comunicata dall’Azienda sanitaria all’amministrazione nella serata di ieri.

“Sarà cura del Dipartimento Prevenzione dell’Asrem – afferma ancora il primo cittadino - tenere sotto controllo la situazione e stabilire i successivi livelli di monitoraggio sui soggetti interessati. La notizia è sicuramente confortante e va accolta con un moderato ottimismo; resta naturalmente necessario mantenere alta l'attenzione e continuare a prendere ogni possibile precauzione sino al termine della fase di monitoraggio successiva all'emergenza verificatasi”.

Il sindaco – si ricorda – dopo l’accertamento di 29 contagi nella struttura per anziani Villa Adriatica ha emesso importanti provvedimenti per contenere l’epidemia: ha chiuso la Rsa, ha chiuso le scuole e le aree giochi pubbliche ed ha vietato le attività ludiche e di intrattenimento all’interno di bar e locali.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings