Nuova stretta anti-Covid a Venafro, villa e altri luoghi di assembramento off-limits

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’ordinanza del sindaco Ricci per limitare le occasioni di contagio. Il provvedimento sarà in vigore da domani e fino al 3 dicembre, dalle ore 18


VENAFRO. Nuova stretta anti-Covid a Venafro. In ragione del costante aumento dei contagi in Molise, e in particolare nella cittadina della provincia pentra, il sindaco Alfredo Ricci ha preso ulteriori provvedimenti per scongiurare occasioni di “bivacco” e, dunque, di assembramento.

Con propria ordinanza ha disposto il divieto di stazionamento in alcune zone della città solitamente molto frequentate, specie dai giovani.
Pertanto, dalle ore 18 alle ore 22, non sarà più possibile sostare nell’area circostante la Concattedrale, tra via Duomo e via del Carmine; lungo la stradina montana che attraversa la località ‘Campaglione’; piazza Caduti sul lavoro; piazza Antonio De Curtis; le zone circostanti lo stadio Del Prete e il palazzetto dello sport; infine via Machiavelli, antistante l’istituto comprensivo Don Giulio Testa. Ma non è tutto: dalle 18 alle 9 del mattino seguente chiude al pubblico anche la Villa comunale.
Tuttavia, sarà consentito l’accesso e il transito per raggiungere le attività commerciali e le abitazioni.

L’ordinanza sarà in vigore da domani, 20 novembre, e fino al 3 dicembre, “fatta salva la possibilità di successiva adozione di ulteriori provvedimenti di reiterazione, modifica e/o integrazione”.
L’inosservanza alle disposizioni sarà punita con sanzioni che vanno da 400 a mille euro.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings