Contrasto alle disuguaglianze: a San Massimo attivo lo Sportello "Tendiamo le mani"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Resilienza, solidarietà e mutuo soccorso al centro del progetto


SAN MASSIMO. Per contrastare il rischio di nuove disuguaglianze generate dalla pandemia, il Comune di San Massimo insieme alla Parrocchia del Santissimo Salvatore hanno avviato un percorso empatico-solidale con attività a carattere sociale racchiuse nello Sportello “Tendiamo le Mani”.

“Il Comune di San Massimo – spiegano dall’amministrazione guidata dal sindaco Alfonso Leggieri - intende muoversi nell’ottica del “prendersi cura” della propria comunità, aprendosi ad una collaborazione fattiva con la propria Parrocchia e con la Caritas mediante un’implementazione delle attività attinenti al servizio di consegna dei pacchi alimentari e, non in ultimo, con la stessa cittadinanza promuovendo e sensibilizzando processi di advocacy per sostenere cause no profit con finalità collettive”.

Prioritariamente il Comune ha sostenuto un monitoraggio delle risorse e dei bisogni collettivi, mediante una mappatura territoriale al fine di garantire politiche sociali eque, inclusive e coscienziose delle esigenze comunitarie attuali. L’obiettivo primario è quello di garantire in tempi celeri una distribuzione dei beni alimentari Caritas, rivolta ad una più ampia platea di beneficiari, rispetto agli anni precedenti, avvalorata dagli effetti del Covid-19. Ne consegue, pertanto, che i cittadini di San Massimo destinatari del suddetto intervento ammontano a 105, per un totale di 43 nuclei familiari, che saranno debitamente contattati.

Lo Sportello solidale “Tendiamo le Mani “ si realizzerà con 4 servizi rivolti alla cittadinanza. Il Comune metterà a disposizione un locale, per garantire un punto fisico di raccordo dei beni alimentari Caritas e al fine di garantire un aiuto tempestivo ed un sostegno continuativo in base alle necessità e alle emergenze.

Sarà attivato un servizio di pronto intervento sociale comunale: uno spazio che vuole incontrare da vicino i protagonisti, agendo l’ascolto attivo e l’accettazione incondizionata, al fine di collaborare insieme alla realizzazione di una mappatura sociale virtuosa e dinamica. Previsto inoltre un servizio di ascolto caritatevole con funzione counseling, a cura del diacono della Parrocchia, Don Felice Di Iorio. Infine sarà attivo il servizio di mutualità per incentivare il sostegno comunitario.

La cittadinanza sarà stimolata alla donazione di indumenti, accessori casalinghi, libri, giochi non più utilizzati ma in buono stato, in favore della stessa comunità. Un segnale di alta morale civica, per trasmettere a tutte le generazioni il valore del tendere una mano al prossimo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings