Coronavirus, in un mese 150 contagi e 9 vittime ma Sant'Elia a Pianisi continua a resistere

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Da diversi giorni non si registrano nuovi casi di positività tra gli abitanti del Comune molisano più colpito dalla pandemia, che resta in zona rossa fino al 29 gennaio


SANT’ELIA A PIANISI. Nella comunità molisana che ha fatto registrare il record di contagiati e di decessi Covid in un mese, oltre 150 persone positive e 9 vittime di cui due anziane donne ospiti della Rsa morte venerdì scorso, si avvia alla conclusione la campagna di screening di massa, con esecuzione di tamponi antigenici all’interno del Palazzetto dello Sport e a domicilio. La buona notizia è che dalle analisi eseguite negli ultimi giorni non è emerso nessun nuovo caso di positività tra i cittadini della comunità fortorina. 

Il totale aggiornato delle persone attualmente positive al Covid è di 56 unità, un numero fortunatamente ridimensionato rispetto ai giorni scorsi ma pur sempre elevato in rapporto a una comunità che conta meno di 1600 abitanti. Dei 56 contagi in atto, 21 si riferiscono a persone ospitate nella Rsa di Sant’Elia a Pianisi.

Dall’inizio dell’emergenza 108 cittadini sono guariti dal Covid. Nel frattempo in paese vige ancora oggi il regime di rigorosa restrizione per effetto dell’ordinanza regionale emanata lo scorso 3 gennaio e prorogata fino al 29 gennaio. L’ordinanza, con la quale è stata istituita la 'zona rossa', comporta tra l’altro il divieto di entrata e di uscita dal comune se non per comprovate esigenze di lavoro e salute, didattica a distanza nelle scuole del paese e divieto per i ragazzi di Sant’Elia di frequentare le scuole nei comuni limitrofi in presenza, chiusura degli esercizi commerciali ad eccezione di quelli che producono e commercializzano beni di prima necessità. Restrizioni che non hanno scalfito l'orgoglio di una comunità che ha resistito con dignità e coraggioso silenzio alla forza d'urto del virus e al clima di paura generalizzata. 

 

Change privacy settings