Maxi-blitz dell’Arma, 40 arresti: ‘pizzicato’ pusher 22enne, era ai domiciliari a Sepino

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I carabinieri coordinati dalla procura della Repubblica del Tribunale di Napoli Nord hanno colpito duramente una vera e propria rete di spaccio che guarda al Molise come a una zona tranquilla dove operare


NAPOLI/SEPINO. Maxi operazione antidroga dei carabinieri coordinati dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli Nord, effettuata questa mattina al Parco Verde di Caivano. Quaranta i soggetti posti in arresto, tra i quali anche un 22enne che si era ‘ritirato’ a Sepino.

Il soggetto era stato arrestato con 20 kg di hashish in una precedente operazione e attualmente si trovava ai domiciliari in un’abitazione del comune molisano. Il giovane è stato prelevato all’alba dai carabinieri della Stazione di Sepino e scortato al carcere di Campobasso a disposizione dell’Autorità giudiziaria. È indagato per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini dell’Arma hanno consentito di accertare una pluralità di condotte di cessione a terzi di sostanze stupefacenti, anche nella zona del “Parco Verde” di Caivano, attraverso contatti telefonici che consentivano agli acquirenti di richiedere direttamente e rapidamente quanto desiderato. Successivamente, colui che volta per volta riceveva le richieste, si premurava di affidare la sostanza da recapitare a soggetti incensurati o comunque di giovane età (in alcuni casi anche minorenni) affinché provvedessero alla materiale consegna dello stupefacente.

Secondo gli inquirenti l’operazione mette ancora una volta in evidenza come spesso i paesi molisani del Matese e della Valle del Tammaro, a confine con la Campania, siano luoghi prescelti da pregiudicati e affiliati alla malavita campana per sfruttare case in affitto o di loro proprietà come punto di appoggio per scontare i domiciliari – una terra relativamente tranquilla dove spostare i propri interessi criminosi per agire illegalmente sotto il naso della società civile.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings