'Sistema Palamara', via il pm Ginefra da Larino: arriva lo stop del Tar

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Rinviato l’arrivo del magistrato termolese Elvira Antonelli, con il sostituto procuratore barese che resta al suo posto almeno fino all'udienza di merito del 20 ottobre


LARINO. Il Tar blocca il trasferimento di Isabella Ginefra, sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Larino.

Accolta la sospensiva dello stesso pm barese, che dunque resterà al suo posto almeno fino all’udienza di merito del 20 ottobre. Stop, pertanto, al ritorno in Molise del magistrato termolese Elvira Antonelli, attualmente in servizio a Sondrio.

La nomina della dottoressa Ginefra era stata annullata lo scorso febbraio dal Consiglio superiore della magistratura, a seguito del suo coinvolgimento nelle vicende del cosiddetto ‘Sistema Palamara’. Per il Csm, in sostanza, la nomina sarebbe avvenuta grazie al decisivo appoggio del magistrato ed ex membro del Consiglio superiore della magistratura Luca Palamara, che risulta indagato per corruzione. Sarebbero spuntate – riferiva a febbraio scorso l’agenzia Askanews – delle conversazioni in cui Ginefra chiedeva "appoggio e aiuto" all’ex presidente dell’Associazione nazionale magistrati, ora radiato, per ottenere proprio l'incarico di capo della procura frentana.

Come scrive Primonumero, l’incarico di Isabella Ginefra in Molise dovrebbe comunque scadere il 31 ottobre di quest’anno.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings