Maltempo, gravi danni a Petacciato. Toma: “Protezione civile al lavoro”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Rispetto alla richiesta di stato di emergenza del sindaco Di Pardo, il governatore fa sapere che ha già chiesto la verifica della situazione: “Quando sapremo l’ammontare dei danni, potremo eventualmente chiedere l’intervento del Governo per la calamità”.


Il giorno dopo il diluvio non è proprio piacevole sulla costa molisana. Non tanto per il vento, fortissimo, di questa mattina, che sta di fatto sconsigliando a quasi tutti di godersi almeno la spiaggia, già, perché il mare è letteralmente off limits, quanto per la conta dei danni che, soprattutto a Petacciato.

Ieri vi avevamo parlato di case allagate, cantine, garage inondati dal flusso d’acqua piovuta in quantità notevole all’improvviso dal cielo. Il vero problema è stata la durata del temporale, che non è stata quella, solitamente breve, dei temporali tipici estivi. Stavolta la pioggia e il vento sono durati per un’ora e un quarto circa, provocando danni anche alle strade, con alberi sradicati e allagamenti vari.

Straordinario il lavoro dei Vigili del fuoco che, lavorano senza sosta, da ieri all’ora di pranzo. Sono intervenute le squadre di Termoli, Santa Croce di Magliano, Campobasso e Vasto. Decine e decine le richieste di intervento, soprattutto per liberare le case dall’acqua. Il blackout, che a Petacciato è durato diverse ore, ha aumentato i disagi.

Oggi il sindaco del paese, Roberto Di Pardo ha fatto sapere di voler chiedere lo stato di emergenza alla Regione Molise e alla Protezione Civile per il risarcimento dei cittadini, maggiormente colpiti, e anche per la messa in sicurezza delle strade e del cimitero cittadino che ha subito pesanti danni.

Il Presidente Toma sta seguendo attentamente la situazione: “Ho chiesto agli operatori della nostra Protezione Civile di fare subito una ricognizione. Quando mi perverranno le loro schede di dettaglio vedremo a quanto ammontano i danni e poi chiederemo eventualmente l’intervento del Governo per lo stato di calamità”.

Intanto gli occhi di petacciatesi e vacanzieri sono di nuovo rivolti al cielo. Mentre vi scriviamo al forte vento si è sta aggiungendo la pioggia. Non pioveva da più di un mese da queste parti, ora il meteo sembra voler recuperare con gli interessi.... mc

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings