Cessione Gemelli Molise Spa, tutti gli interrogativi che pesano sulla vicenda

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La capogruppo del Pd, Micaela Fanelli, chiede di fare piena luce sulla vicenda della cessione delle quote di controllo del presidio ospedaliero ex Cattolica e annuncia la presentazione di una interrogazione in Consiglio regionale: "Il diritto alla salute dei cittadini - chiarisce - non può restare nell'alveo di una transazione tra privati"


CAMPOBASSO. “E’ necessario fare piena e pubblica chiarezza sulla vendita del 90% delle quote societarie al Gruppo San Stefar. In gioco ci sono centinaia di posti di lavoro e il diritto alla cura di centinaia di migliaia di molisani”. E’ quanto afferma in una nota la capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Micaela Fanelli.

La vicenda della cessione delle quote del Gemelli Spa assume sempre di più rilievo nel dibattito politico ed a pesare sono soprattutto gli interrogativi mossi dalla consigliera dem a Palazzo D’Aimmo, che si chiede materialmente “da dove arrivano i 33 milioni di euro, a chi fanno capo e se siano tutti soldi "tracciati".

Interrogativi sui quali la capogruppo chiede di fare luce, insieme ad altri che chiamano in causa il titolare del fondo che ha contribuito in modo decisivo a battere la concorrenza degli altri acquirenti. “Chi è il titolare effettivo della AG Capital?” si chiede Fanelli. “La normativa sull'antiriciclaggio sarà pienamente rispettata?E come? Quali sono le intenzioni dei nuovi acquirenti? Quali saranno le conseguenze sulla govenance dell’Istituto? Chi eserciterà il controllo e il potere sul Gemelli (o come si chiamerà il nuovo istituto)? E ancora, quali e quanti saranno i servizi sanitari che continueranno ad essere garantiti? Sarà salvaguardata l’intera forza lavoro? E la Regione, continuerà a garantire l’accreditamento al Servizio Sanitario? Per quali somme e per quali prestazioni?”

Domande che la capogruppo dem annuncia che metterà nero su bianco in una interrogazione che verrà presentata in occasione del prossimo consiglio regionale, “perché – conclude Micaela Fanelli - se la vendita del Gemelli resta nell’alveo di una transazione tra privati, il diritto alla salute – garantito con soldi pubblici – resta un argomento di interesse generale, che va governato nell'interesse dei cittadini”.

 Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings