Ore 16.18 -11 seggi chiusi su 23 - Schede scrutinate 8.484
Votanti 11.149; affluenza 57,50%

  Schede nulle: 0 - Schede bianche: 0 - Schede contestate 0

58,71%
Piero Castrataro - voti 4.981
 
 
 
 
 
41,29%
Gabriele Melogli - voti 3.503

Chiama i carabinieri, “mi voglio suicidare”. Denunciato: aveva un coltello, un’accetta e una roncola

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’uomo, 61 anni, dovrà rispondere di porto di armi e oggetti atti a offendere


CAMPOBASSO. Chiama i carabinieri di Termoli, annunciando l’intenzione di suicidarsi, 61enne di Montefalcone del Sannio si becca la denuncia per porto di armi e oggetti atti a offendere alla Procura di Larino.

Questo l’esito di un intervento fatto dai carabinieri di Montefalcone, dipendente dalla Compagnia di Termoli. I militari hanno ricevuto la telefonata dell’uomo, hanno iniziato le ricerche e lo hanno trovato a Bosco Falcone, all’interno della sua auto, dove ha confermato la sua volontà di togliersi la vita e ha affermato di disporre di armi improprie.

I carabinieri dialogando con lui sono riusciti a convincerlo a non suicidarsi e hanno chiamato il 118, che lo hanno portato all’ospedale San Timoteo di Termoli, per un ricovero in Psichiatria. Quindi il controllo dell’auto, nel quale sono stati trovati un coltello da cucina, un’accetta e una roncola, sequestrati per porto ingiustificato. Un intervento, quello dei carabinieri, che ha consentito di evitare che la situazione potesse ulteriormente degenerare, portando a ben più gravi conseguenze.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings