Trasforma casa in centrale dello spaccio di coca e hashish: 40enne arrestato

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nei guai anche la moglie del pusher, denunciata al termine del blitz antidroga dei Carabinieri



SANTA CROCE DI MAGLIANO. Aveva trasformato casa in una vera e propria centrale dello spaccio. Pensava di farla franca, invece aveva fatto male i suoi conti il 40enne originario dell’Est Europa, arrestato dai carabinieri della Compagnia di Larino a Santa Croce di Magliano. Nei guai anche la moglie del pusher, denunciata al termine del blitz antidroga.

Le indagini sono partite grazie ai sospetti creati dagli sconosciuti visti girovagare alla periferia di Santa Croce di Magliano che, con atteggiamento equivoco, si aggiravano nelle vicinanze di un’abitazione fuori dal centro abitato. Auto, persone, vocii strani e inusuali e così le segnalazioni sono giunte ai Carabinieri della Compagnia di Larino che hanno immediatamente raccolto la richiesta di intervento da parte di alcuni residenti. Troppi viavai, troppe auto sospette ed scattato il controllo. I militari, nell’ambito di mirati servizi di prevenzione e repressione di reati sul territorio su tutto il Basso Molise, hanno individuato e controllato il 40enne, già noto tra l’altro alle forze dell’ordine.

L’uomo stava rientrando a casa e, alla vista dei militari, si è subito mostrato nervoso anche perché nelle tasche aveva della cocaina. Il ritrovamento della droga ha spinto i Carabinieri ad allargare il controllo anche presso l’abitazione dell’uomo dove è stata rinvenuta altra sostanza stupefacente e materiale di confezionamento di dosi, pronte per lo spaccio al dettaglio. In casa la droga era ben nascosta in un magazzino e, alla fine delle operazioni, il risultato è stato di tre involucri contenenti hashish, per un peso complessivo pari a tre grammi, oltre dieci grammi di cocaina pura e ben duecentottanta grammi di marijuana. Inoltre è stata denunciata anche la moglie dell’uomo perché sorpresa in casa, nei pressi del luogo del ritrovamento della droga.

Un segnale importante da parte dei cittadini che hanno scelto di collaborare con l’Arma per rendere più sicuro il Molise.

‘Possiamo aiutarvi’ è il leitmotiv del comandante provinciale dei Carabinieri di Campobasso, tenente Colonnello Luigi Dellegrazie, il quale invita fortemente la popolazione a contattare sempre la più vicina Stazione o il 112, a conferma di una costante presenza dell’Arma sul territorio.

Change privacy settings