Cacciatore morto, la Procura di Isernia al lavoro per ricostruire i dettagli della tragedia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Partiti gli accertamenti per stabilire l'esatta dinamica del dramma in montagna costato la vita al 48enne Giovanni Montaquila


ISERNIA. Avviate le indagini della Procura di Isernia per ricostruire i dettagli della tragedia costata la costata la vita a Giovanni Montaquila, il 48enne di Riardo e residente a Venafro morto ieri mattina durante una battuta di caccia in località Valle Porcina, una zona impervia al confine tra Colli a Volturno e Montaquila.

Nessun particolare può essere tralasciato dagli investigatori e, per questo, già nelle prossime ore potrebbe essere fissata l'autopsia che, insieme a specifici accertamenti balistici, potrebbe fornire un quadro chiaro dell'accaduto.

Stando a quanto ricostruito fino a questo momento, l'uomo era insieme a un amico quando improvvisamente – e per cause che dovranno essere accertate - dal suo fucile sarebbe partito accidentalmente un colpo che lo ha raggiunto a una gamba.

L'allarme è stato lanciato dall'amico che, capita la gravità della situazione, ha subito chiesto aiuto. La macchina dei soccorsi si è immediatamente attivata. Operazioni parecchio complesse visto che l'incidente è accaduto in una zona impervia.

Sul posto, insieme a due squadre del Cnsas, sono arrivati i sanitari del 118, i carabinieri e i carabinieri forestali di Colli a Volturno. Inutili i tentativi di rianimare il cacciatore: i sanitari non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. È stata allertata anche l'eliambulanza del 118 che, però, arrivata sul posto, non ha potuto fare altro che confermare il decesso del 48enne.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it



Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui  e salva il contatto!

 

Change privacy settings